back to all posts

Vendita pneumatici: il 2018 è stato al di sotto delle attese

Published in montaggiogomme by Matteo Lecca, 07/01/2019 0

Il 2018 è appena giunto al termine e può essere considerato un anno non particolarmente felice per la vendita di pneumatici: i numeri sono stati al di sotto delle attese, anche per le aziende leader del settore. Quali sono le cause? Diverse, a cominciare dalla riduzione dei quantitativi di vendita in Cina e dall’introduzione di nuovi standard in fatto di emissioni per quanto riguarda l’Europa. A lanciare il segnale di una flessione rispetto agli anni precedenti è stato il taglio sulle stime di vendita da parte di Michelin – seconda azienda al mondo per numero di prodotti venduti e ormai prossima al sorpasso su Bridgestone, che capeggia questa classifica – che ha visto un rallentamento nell’ultimo trimestre del 2018.

Nella fine dell’anno c’è stato solamente un “aumento modesto”, come l’ha definito l’azienda del Bibendum, numeri sicuramente inferiori rispetto a quelli delle previsioni di inizio 2018. Le cifre sono al di sotto delle aspettative pure per gli altri produttori globali, anche se Pirelli si è affrettata ad affermare che rientrano in ogni caso all’interno delle stime effettuate al principio dell’anno. Sulla stessa lunghezza d’onda di Michelin c’è Continental, il produttore cresciuto maggiormente sul mercato negli ultimi dieci anni, che ha confermato stime al ribasso in confronto a quanto previsto nel primo trimestre. L’annuncio di numeri inferiori alle previsioni da parte di Michelin ha portato ad un effetto a cascata con lievi cali dei titoli in Borsa per tutte le aziende di punta del settore, che ad ogni modo non preoccupano gli analisti. Per comprendere se la flessione è solamente momentanea o rappresenta l’inizio di un trend bisognerà aspettare le prime previsioni per il 2019, che tuttavia non sembrano destare particolare apprensione fra gli addetti ai lavori, sia analisti che produttori.