back to all posts

Pirelli supporta il Fondo Onu destinato alla sicurezza stradale

Published in montaggiogomme by Matteo Lecca, 30/10/2018 0

Pirelli è il primo produttore di pneumatici a decidere di offrire il suo sostegno al Fondo Onu per la sicurezza stradale, attraverso una donazione iniziale di 600 mila dollari. “Per noi si tratta di un’iniziativa importante” sono state le parole pronunciate da Marco Tronchetti Provera, presidente esecutivo e Ceo dell’azienda milanese.

Non solo, al di là del finanziamento iniziale per il biennio 2018-2019, un rappresentante di Pirelli – per la precisione Filippo Bettini, che ricopre l’incarico di Chief Sustainability and Risk Governance Officer – è stato votato membro del consiglio del fondo. Oltre ad essere fornitore unico della Formula 1, il costruttore italiano collabora a stretto contatto anche con la Fia – la Federazione Internazionale dell’Automobile – proprio sul tema della sicurezza stradale, ritenuta di fondamentale importanza da Pirelli.

Per mezzo di questa collaborazione l’azienda punta a favorire l’incremento della sicurezza nelle strade, agevolandola attraverso l’utilizzo di tecnologie intelligenti, sulle quali Pirelli ha investito con convinzione negli ultimi anni, dando vita a pneumatici smart dotati di sensori in grado di monitorare costantemente le condizioni delle gomme e allertare l’automobilista in caso di eventuali problemi.

Dall’altra parte, l’obiettivo del fondo denominato Road Safety Trust Fund è quello di riuscire a dimezzare gli incidenti stradali mortali che si verificano in tutto il mondo nell’arco di un paio d’anni, vale a dire entro il 2020. Il supporto di Pirelli è un passo importante e il segretario generale del fondo Jean Todt, anche presidente Fia, si auspica che sia di esempio pure per altre aziende, affinché intervengano con il loro sostegno economico nei prossimi anni. “Abbiamo bisogno di risorse”- queste le parole di Todt -“per intervenire sulla sicurezza stradale, la cui situazione attuale è piuttosto critica”.