back to all posts

La sicurezza passa dai pneumatici

Published in montaggiogomme by Matteo Lecca, 13/08/2020 0

In passato le gomme auto erano considerate elementi di una vettura che semplicemente permettevano al mezzo di spostarsi: la loro importanza in fatto di sicurezza era trascurata se non addirittura ignorata. Oggi la consapevolezza in tal senso è cresciuta e di pari passo si è capito perché è fondamentale avere cura della manutenzione dei pneumatici, affinché possano garantire sempre il massimo per la guida sicura e in termini di performance. Regolari controlli consentono infatti di incrementare sia la sicurezza che le prestazioni, e si potrà inoltre allungare il ciclo vitale delle gomme; in più, portano anche a risparmiare, poiché gomme al top della loro efficienza vantano una minor resistenza al rotolamento, che si traduce in un consumo inferiore di carburante.

Perché la nostra sicurezza è così legata ai pneumatici

La nostra sicurezza in auto è strettamente legata ai pneumatici per una ragione molto semplice: rappresentano il solo punto di contatto fra la vettura e il fondo stradale e da essi dipende la tenuta di strada del veicolo, non solo alle alte velocità ma anche quando si viaggia ad un’andatura più contenuta. Se le gomme non godono di una buona manutenzione, garantiscono meno aderenza e questo è sempre un pericolo: la tenuta di strada può venire a mancare, la vettura rischia di diventare difficile da controllare e si possono avere come conseguenze uscite di strada oppure incidenti. Ciò può avvenire pure a basse velocità se i pneumatici non sono in condizioni ottimali, per cui è sbagliato pensare che si possano contenere i rischi semplicemente moderando l’andatura: le gomme incidono sulla sicurezza più della velocità alla quale si viaggia, e da qualche anno a questa parte gli automobilisti sono sempre più consapevoli di ciò.

Spazi di frenata

Qualche guidatore può essere portato a pensare che sugli spazi di frenata influisca solamente l’impianto frenante e, di certo, il suo ruolo è fondamentale in questa fase di guida, ma anche le gomme possono contribuire a ridurre lo spazio di cui un’auto ha bisogno per arrestarsi. Naturalmente, gomme efficienti e in perfetta salute aiutano a diminuire gli spazi di frenata, mentre coperture usurate oppure non gonfiate alla giusta pressione faranno aumentare i metri necessari a fermare completamente il veicolo. Quando si parla di sicurezza si intende anche questo: in certe situazioni, 1 o 2 metri in più possono fare la differenza fra una frenata tempestiva e un tamponamento oppure un incidente. Bisogna poi aggiungere che l’inefficienza di una gomma viene amplificata in caso di fondo stradale scivoloso a causa di acqua o neve, rendendo la guida ancor più pericolosa.

Quali parametri di una gomma controllare

Per preservare al meglio la propria sicurezza al volante, quali sono i parametri di una gomma da verificare per accertarsi della sua efficienza? In primis lo stato di usura del battistrada: se appare consumato oppure usurato in maniera non omogenea c’è alla base un problema, che potrebbe essere legato al pneumatico stesso oppure alla vettura, e in questo caso diventa indispensabile un controllo da parte del gommista. L’altro elemento cruciale è la pressione di gonfiaggio: questa deve essere sempre corretta affinché le gomme possano lavorare nella maniera migliore; all’interno del libretto di circolazione di ogni veicolo viene indicata la pressione consigliata ed è fondamentale rispettarla, nonché effettuare controlli periodici – una volta al mese in linea di massima – per assicurarsi che sia sempre al livello indicato e nel caso non lo sia, provvedere tempestivamente a ripristinarla in modo da evitare problemi successivi. Tenere presente, infine, il limite legale di consumo dei pneumatici: lo spessore degli intagli che si trovano sul battistrada deve essere superiore a 1,6 millimetri.