back to all posts

La manutenzione degli pneumatici

Published in montaggiogomme by Alessandro Orlandini, 03/10/2015 (edited on 10/10/2015 ) 0

Importanza di una corretta manutenzione

La manutenzione costante degli pneumatici è fondamentale per farli durare il più a lungo possibile, allungandone la durata e mantenendo le prestazioni al miglior livello possibile nonostante l’inevitabile degrado a cui sono soggetti. Innanzitutto bisogna saper scegliere gli pneumatici giusti, e gli automobilisti non devono badare a spese. Ma è altrettanto importante sapere come mantenerli al meglio e salvaguardarne le qualità. Bisogna ricordare che gli pneumatici sono soggetti quotidianamente a un grande stress: ad esempio, per frenare completamente un’auto che va a circa 65 km/h occorrono 550 kg di forza, i quali vengono tutti convogliati sugli pneumatici. Ecco alcuni suggerimenti che sarebbe meglio seguire.

Pressione delle gomme

Monitorare costantemente la gonfiatura delle gomme è una delle operazioni più importanti da fare per rallentarne il danneggiamento. È consigliabile controllare la pressione ogni mese, poiché l’aria tende naturalmente a fuoriuscire dai copertoni. Ciò è dovuto sia alle cangianti condizioni atmosferiche che alle caratteristiche delle gomme. Le gomme gonfiate in maniera errata possono provocare un’usura precoce, un maggiore consumo di carburante e problemi di tenuta. Il momento migliore per effettuare la gonfiatura è quando le gomme sono a freddo e prima della guida; bisogna sempre ricordare di attenersi alle istruzioni del produttore, indicate sul libretto d’uso dell’auto.

L’indice di carico e velocità delle gomme

Questo indice è impresso sui lati delle gomme. Tale indicatore, espresso in cifre e lettere, corrisponde e al carico e alla velocità massima che uno pneumatico può sostenere in movimento.  Ad esempio, un indice di 96V corrisponde a una capacità di carico massima di 710 kg per ciascuna gomma a una velocità massima di 240 km/h. All’aumento dei numeri e delle lettere corrisponde l’innalzarsi della velocità e del carico. Gli altri numeri impressi sui lati degli pneumatici riguardano la larghezza e l’altezza del fianco del battistrada, nonché la misura dei cerchioni.

Profondità minima del battistrada e usura

Secondo quanto impone l’articolo 79 del Codice della Strada, la profondità minima del battistrada corrisponde a 1,6 mm per gli autoveicoli, ma è consigliabile non scendere sotto i 3 mm. Questo limite si può misurare anche senza recarsi da un gommista, ovvero mediante l’utilizzo di una moneta da 1 euro: questa va inserita tra i tasselli del copertone, e nel caso in cui raggiunga la zona argentata, ciò significa che supera il limite massimo dei 3 mm. Se ciò avviene senza che si intervenga, si rischia maggiormente l’aquaplaning e la vettura richiede un maggiore spazio di frenata. È perciò fondamentale controllare costantemente gli pneumatici per scovare eventuali danneggiamenti, segni di usura o detriti. Anche questo controllo sarebbe da effettuare mensilmente.

Manutenzione delle gomme estive non usate

Così come è da controllare l’allineamento e il bilanciamento delle gomme e, nel momento in cui si passa dalle gomme estive a quelle invernali, è fondamentale immagazzinarle in maniera corretta, ovvero in un luogo ben ventilato e asciutto, a temperatura ambiente, lontano dall’esposizione alla luce solare affinché la mescola degli pneumatici si mantenga nelle condizioni corrette. È inoltre importante evitare che le gomme restino impilate una sopra l’altra troppo a lungo, e che vengano tenute lontane da sostanze chimiche e da oggetti appuntiti.

Lucidare gli pneumatici

Per tenere gli pneumatici lucidi vi sono diversi prodotti che inoltre mantengono il battistrada elastico e ne frena il danneggiamento provocato dall’azione dei raggi ultravioletti.

Tale lucido farà sembrare le gomme nuove, come appena uscite dal gommista, ma farà risparmiare all’automobilista molto denaro, anche perché l’applicazione è rapida e veloce, dall’effetto immediato. I prodotti migliori non necessitano di attenzione e di particolari operazioni in seguito alla loro applicazione.

Prima di utilizzare un liquido sigillante, al fine di prevenire i rischi di foratura, è bene rivolgersi al produttore degli pneumatici per ricevere alcuni consigli in merito al liquido da usare poiché utilizza sostanze chimiche che possono essere dannose per le gomme.