back to all posts

Etichette pneumatici: info più chiare

Published in montaggiogomme by Matteo Lecca, 19/06/2020 0

Il 1° maggio 2021 è la data che segnerà un cambiamento importante per quanto riguarda le etichette dei pneumatici: l’Unione Europea ha infatti imposto delle modifiche affinché tali etichette riportino informazioni più chiare per gli automobilisti, in particolare per quel che concerne le emissioni. L’attenzione da parte dell’UE verso l’inquinamento è infatti massima e dato che dal trasporto stradale proviene circa il 22% di emissioni di gas serra nel Vecchio continente, si è deciso di dare un peso maggiore all’interno dell’etichetta proprio a tale aspetto. I pneumatici con una bassa resistenza al rotolamento saranno dunque indicati con maggior chiarezza, poiché consentono una riduzione dei consumi di carburante e di conseguenza una diminuzione delle emissioni durante la normale marcia del veicolo. Un valido aiuto per gli automobilisti nella scelta di gomme efficienti.

Come sarà la nuova etichetta

Nell’arco degli ultimi trent’anni, il settore dei trasporti su strada è stato l’unico a non avere una politica efficiente di riduzione delle emissioni, ecco perché gli organi competenti stanno cercando in qualche modo di recuperare il terreno perduto. Proprio a tale scopo l’Unione Europea ha fissato come obiettivo per i trasporti una riduzione del 60% delle emissioni da raggiungere entro il 2050. In quest’ottica i pneumatici giocano un ruolo molto importante, essendo responsabili per circa il 20-30% dei consumi di un’automobile: dalla loro efficienza, ovvero una resistenza al rotolamento bassa, dipendono le riduzioni delle emissioni di un veicolo. La nuova etichettatura servirà appunto a evidenziare quali coperture garantiscono un contenimento delle emissioni, grazie ad una limitata resistenza al rotolamento. Questo parametro è importante non solo per l’ambiente, ma anche per le tasche degli automobilisti: minor resistenza significa meno consumo di carburante, e dunque risparmio su questa voce di spesa.

Le informazioni presenti

La revisione dell’attuale etichetta non prevede solamente maggiori informazioni per quel che concerne la resistenza al rotolamento e le emissioni, ma vi saranno anche altre indicazioni utili per i guidatori. Ad esempio, una certa importanza sarà data all’aderenza sul bagnato, che verrà classificata in una scala da A a G, paragonabile a quella adoperata per l’efficienza energetica degli elettrodomestici. A ciò si aggiungono poi info sulla rumorosità delle gomme, riportando i decibel emessi da quel particolare pneumatico. Oltre a questi dati, presenti a partire dal 1° maggio 2021, altri saranno implementati in futuro, come ad esempio i livelli di aderenza su ghiaccio e neve, essenziali per comprendere la reale efficienza di una gomma invernale. Il progetto prevede poi l’inserimento di ulteriori dati, sui quali però si sta ancora lavorando al fine di offrire informazioni attendibili.

Le future evoluzioni dell’etichetta dei pneumatici

L’obiettivo, infatti, è quello di comprendere all’interno dell’etichetta anche indicazioni relative al consumo delle gomme e al chilometraggio; attualmente, però, non esistono sistemi di prova affidabili per questo genere di informazioni ed è perciò difficile ipotizzare quando tali parametri saranno messi a disposizione degli automobilisti attraverso l’etichettatura. In base alla nuova normativa, le etichette dovranno essere sempre ben esposte sia dai rivenditori fisici che da quelli online, in modo che siano facilmente visibili e consultabili dagli acquirenti, inoltre dovranno essere dotate di un QR code affinché le informazioni si possano scansionare anche attraverso lo smartphone. La nuova etichetta è stata approvata in via definitiva lo scorso 13 maggio ed entrerà in vigore il prossimo anno, garantendo maggiori informazioni agli automobilisti, più accurate e complete, così da rendere più agevole la scelta delle gomme adatte a seconda delle esigenze, oltre ovviamente a favorire una riduzione dei consumi e delle emissioni ed un risparmio sulle spese relative al carburante.