back to all posts

A Villa Literno raccolte più di 4 mila tonnellate di PFU

Published in montaggiogomme by Matteo Lecca, 14/01/2019 0

Dopo poco meno di due mesi, è stato dichiarato concluso l’intervento di recupero di pneumatici fuori uso a Villa Literno: il consorzio Ecopneus in tale arco di tempo ha raccolto oltre 4 mila tonnellate di PFU (per la precisione 4.390) completando l’operazione più vasta mai compiuta nella provincia di Caserta, prevista dallo specifico Protocollo per la Terra dei Fuochi. La raccolta ha riguardato un’area in cui le gomme giunte al termine del loro ciclo vitale giacevano abbandonate, rappresentando un pericolo per la salubrità dell’ambiente circostante. Il protocollo è stato pensato proprio per evitare la diffusione di depositi abbandonati di pneumatici che potevano dar vita a roghi di rifiuti e dal 2013 – anno di inizio del progetto che prevede interventi di raccolta straordinari – sono state recuperate più di 21 mila tonnellate di pneumatici gettati via.

L’intervento portato a termine a Villa Literno è il terzo maggiore operato in Campania: i primi due furono eseguiti a Napoli e provincia e comportarono il recupero di quasi 8500 tonnellate nel primo caso e oltre 6 mila nel secondo. Il lavoro di recupero e raccolta dunque procede sulla strada giusta, ma per fermare il fenomeno dell’abbandono indiscriminato di vecchi pneumatici e la formazione di discariche abusive si deve agire anche in merito alla tracciabilità delle gomme, per risalire agli autori di questi crimini ambientali e non solo. Le raccolte straordinarie di coperture per auto abbandonate richiedono fondi extra e stanno impegnando sempre di più i consorzi al di là della raccolta legale, che prevede il ritiro dei pneumatici fuori uso presso i gommisti e le officine che provvedono alla loro sostituzione. Basti pensare che a Villa Literno sono serviti quasi 300 viaggi da parte degli automezzi per trasportare le gomme abbandonate. Ecco perché la prevenzione – fra cui appunto la tracciabilità dei pneumatici – diventa uno strumento importante per contrastare le discariche e contenere i costi per la raccolta ed il trasporto del materiale da destinare al riciclo.